Problematica Crodino: la mia intervista

Problematica Crodino: la mia intervista

In seguito della recente notizia della vendita da parte della società Campari dell’azienda Terme di Crodo ad una società estera, si è svolta ieri sera a Crodo, presso il foro Boario, un’assemblea aperta al pubblico per discutere la questione relativa al marchio del famoso aperitivo biondo. Fra le tematiche trattate in anzitutto il perché questo marchio debba restare legato al paese, per capirne il significato bisogna risalire alle origini, visto che il Crodino viene fatto con l’acqua di Crodo e naturalmente perché esso è fonte di lavoro e sostentamento oggi come 50 anni fa di numerose famiglie valligiane e non.

Sulla vicenda ho già preso posizione facendo una interrogazione urgente mercoledì 8 novembre al MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) che si può consultare a questo LINK

La tematica è delicata e seria, coinvolgendo il futuro economico e produttivo di molte famiglie ossolane e di un intero territorio, per questo sono impegnato di concerto con tutti i livelli istituzionali interessati a trovare una soluzione.

Purtroppo non ho potuto partecipare personalmente in quanto impegnato per la Strategia Nazionale Aree Interne in Sud Italia, ho voluto comunque contribuire al dibattito con un video di intervento con il quale faccio anche una proposta operativa.

Per vedere il video : Problematica Crodino – il mio intervento

Articoli correlati
Lascia un tuo commento