Borghi (PD): “Pauperismo grillino fa regredire il Piemonte”

Borghi (PD): “Pauperismo grillino fa regredire il Piemonte”

Dalle prime avvisaglie, ci stiamo già accorgendo che il pauperismo grillino messo in campo in una responsabilità di governo si appresta a far regredire il Piemonte a provincia periferica dell’Impero digitale. Sul fronte infrastrutturale, l’ostilità messa in campo sulla Torino-Lione e il paventato blocco del terzo valico lascerebbero la Regione in una dimensione di isolamento rispetto alle grandi direttrici internazionali, creando un nuovo fenomeno di “quartierizzazione” milanese del Piemonte con gravi ripercussioni sul settore della logistica, della ricerca, del sistema universitario. Sul versante ambientale, l’annunciata contrarietà al nuovo Testo unico delle foreste impedirebbe di valorizzare il grande patrimonio forestale di cui la regione dispone, aumentando i problemi di inselvatichimento delle terre alte e impedendo l’avvio di investimenti e posti di lavori nel campo delle energie pulite, della filiera del legno e della manutenzione forestale. Se a ciò aggiungiamo lo snaturamento identitario di Torino in atto con la giunta Appendino, che arriva al punto di abolire i fuochi di San Giovanni, si comprende come questa dinamica pauperista rischi di costare molto cara al Piemonte. Come Pd, da forza dell’opposizione, combatteremo per evitare questa deriva e dare una prospettiva europea al nostro territorio“.
Lo dichiara in una nota l’on. Enrico Borghi, deputato del collegio Alto Piemonte, a margine dei lavori di insediamento della Camera dei Deputati.

 

 

Articoli correlati
Lascia un tuo commento