Borghi: chiarire su graduatorie comuni – pronta interrogazione a Minniti

Borghi: chiarire su graduatorie comuni – pronta interrogazione a Minniti
Le graduatorie del bando per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio ci presenta opere locate perlopiù in Comuni in dissesto finanziario, dunque con una gestione non virtuosa negli ultimi esercizi, e concentrate solo in alcune regioni del Paese. Sono rimasti esclusi, in posizioni di graduatoria non utili, migliaia di progetti di Comuni che avevano candidato importanti opere per garantire sicurezza a strutture, beni e pezzi di territorio utilizzati dalla comunità. Il Presidente di Uncem Piemonte denuncia per esempio la penalizzazione di molti Comuni piemontesi, dove si è garantito un buon funzionamento della macchina amministrativa con avanzi di amministrazione minimi e dunque con risorse finanziarie ogni anno utilizzate positivamente per garantire investimenti, migliorare vivibilità e servizi sui territori. E’ una questione di metodo, prima che di merito, che non riteniamo corretto. Così come non avevamo ritenuto corretto il meccanismo del bando “6000 Campanili”, quando erano stati finanziati i primi progetti arrivati, in ordine temporale, tramite invio PEC, senza alcuna considerazione relativa alla necessità, all’importanza, alla qualità e alle ricadute dei progetti. Presenteremo al ministro Minniti una interrogazione su questo tema chiedendogli di chiarire questa situazione e di rianalizzare gli esiti del bando”.
 
Articoli correlati
Lascia un tuo commento