F35: perplessità del Governo, si rischia Stop. Quali ripercussioni per Cameri e l’industria italiana?

F35: perplessità del Governo, si rischia Stop. Quali ripercussioni per Cameri e l’industria italiana?
Le dichiarazioni ufficiali rese dal ministro della difesa, Elisabetta Trenta, nel corso della riunione congiunta delle commissioni difesa di Camera e Senato in merito alla vicenda degli F35 denotano lo stato di confusione interno al governo sul tema, e aprono ad una serie di interrogativi su quali possibili ripercussioni negative si possano aprire per il sistema di difesa nazionale e gli stabilimenti industriali di Cameri (No) dove si producono gli aerei, nonchè per l’industria italiana coinvolta nel processo industriale.”
Così l’On. Enrico Borghi, segretario d’aula del gruppo Pd alla Camera e membro della commissione Difesa di Montecitorio, dichiara al termine dei lavori delle commissioni congiunte svoltisi presso il Senato.
A nostra specifica domanda -prosegue l’on. Borghi- il ministro Trenta ha affermato che il governo ha perplessità persistenti in ordine la programma F35, ritenuto eccessivamente oneroso, e che sono state avviate specifiche valutazioni per capire se tagliare, quanto tagliare e dove tagliare del programma di investimenti, aprendo anche ad una ipotesi di allungamento dei tempi per gli impegni già assunti. Ricordo che nello stabilimento FACO di Cameri, vicino a Novara, gestito da Leonardo S.p.A. dove si assemblano gli F 35 e che viene reputato un centro di produzione di eccellenza in tutta Europa, trovano lavoro quasi 900 addetti, provenienti da diverse zone d’Italia, con un piano di stabilizzazione del precariato avviato da Leonardo che si è presa specifici impegni nella direzione della diminuzione dell’utilizzo del lavoro interinale. Usciamo da questa audizione perplessi e preoccupati: il governo ritene che si debba andare avanti o andare indietro nel programma? Le commesse si fermano o  procedono? Il sistema di difesa dell’Aeronautica Italiana e della Marina Militare procederà o meno nel programma di sostituzione dei velivoli Panavia Tornado, AMX e AV-88 attualmente in servizio con gli F-35 A e B prodotti a Cameri sì o no? Interrogativi rafforzati dalla confusione emersa oggi, e per dipanare la quale presenteremo una specifica interrogazione“.
Roma, 26 luglio 2018
Articoli correlati
Lascia un tuo commento