Borghi: “Salvini chiarisca che gli oneri del Referendum sono a carico dello Stato”

Borghi: “Salvini chiarisca che gli oneri del Referendum sono a carico dello Stato”
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro dell’interno Salvini, ha deliberato di indire per il prossimo 21 ottobre la celebrazione del referendum consultivo sull’ipotesi di passaggio della provincia del VCO dalla Regione Piemonte alla Regione Lombardia. La deliberazione del Consiglio dei Ministri nulla dice sulla copertura degli oneri di questa consultazione elettorale, che ovviamente dovrà prevedere tutta una serie di passaggi obbligatori di carattere propedeutico (revisione straordinaria delle liste elettorali da parte dei Comuni, allestimento dei seggi presso le scuole, alloggi per il personale di sicurezza) nonché l’organizzazione della giornata elettorale con i seggi in maniera del tutto analoga alle altre consultazioni elettorali di carattere generale. Ci sono quindi oneri diretti relativi alla predisposizione delle attrezzature, alla stampa delle schede e alla loro distribuzione, alla copertura dei costi delle forze dell’ordine, dei presidenti di seggio, degli scrutatori, dell’allestimento materiale dei seggi e del personale comunale addetto alle operazioni. In occasione delle consultazioni politiche, i Comuni ricevono un rimborso da parte dello Stato per far fronte a tutti questi oneri. Nella deliberazione assunta dal Consiglio dei Ministri non si fa cenno in alcun modo a variazioni di bilancio statale per far fronte ai costi delle operazioni di voto, stimate dalla Provincia del VCO in circa 400.000 euro da reperire immediatamente. La situazione finanziaria della provincia del VCO è  nota, e certamente una somma simile non è nella disponibilità della Provincia, né tantomeno è pensabile porre a carico dei Comuni tali oneri. La materia elettorale è una funzione statale, e pertanto il ministro Salvini chiarisca immediatamente che gli oneri del referendum sono a totale carico dello Stato. Per questo presenterò già oggi una interrogazione parlamentare urgente sul tema“.
Lo dichiara l’On. Enrico Borghi, segretario d’aula del Partito Democratico alla Camera dei Deputati.
Articoli correlati
Lascia un tuo commento