Contributi alle imprese montane in 28 piccoli comuni del Vco. Ecco l’elenco!

Contributi alle imprese montane in 28 piccoli comuni del Vco. Ecco l’elenco!

COMUNE PER COMUNE TUTTI I FONDI ASSEGNATI NELLA PROVINCIA AZZURRA

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che concretizza l’emendamento Borghi stanziando risorse per fronteggiare la crisi economica nelle aree interne cosiddette marginali, per il sostegno alle attività produttive, economiche, artigianali e commerciali.

Contributi alle imprese montane del VCO nei piccoli Comuni più disagiati in arrivo. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto di assegnazione dei 210 milioni di euro ai comuni delle aree interne e marginali per fronteggiare la crisi economica dettata dalla pandemia. Un emendamento alla legge di bilancio 2019 presentato dall’on. Enrico Borghi (Pd) e varato il 15 settembre scorso che prevede la ripartizione del fondi per il sostegno alle attività produttive, economiche, artigianali e commerciali dei territori più marginali.

 Il fondo da 210 milioni sarà spalmato su tre annualità, ma i fondi del 2020 dovranno essere spesi entro il 31 dicembre.

Abbiamo voluto che fossero i Comuni a spendere queste risorse -precisa l’on. Borghi- perchè essi sono i soggetti maggiormente in grado di comprendere i bisogni dei territori in funzione dell’emergenza Covid , e ora si attiveranno certamente per consentire alle imprese, ai negozi, alle attività, di investire le risorse”.

La manovra intende sostenere circa 200mila imprese italiane. Per la definizione della platea dei Comuni beneficiari è stato utilizzato il criterio della perifericità e della minore dimensione demografica, proprio per andare incontro alle realtà più povere e più bisognose.

Questo provvedimento-osserva l’on. Borghi- va in una direzione politica molto precisa: colmare i differenziali che il Covid sta aumentando. Altro che abbandonare la montagna, come qualche propagandista sta affermando criticando le nostre azioni: stiamo andando nella direzione esattamente opposta, facendo registrare uno stanziamento a favore delle imprese dei territori più marginali come mai si era registrato prima da parte dello Stato”.

La classificazione risale al 2014 ed è stata promossa all’interno della Strategia nazionale per le Aree interne. I Comuni possono utilizzare il contributo assegnato per la realizzazione di azioni di sostegno economico in favore di piccole e micro imprese, anche al fine di contenere l’impatto dell’epidemia da Covid-19. Fra queste rientrano quelle che svolgono attività economiche attraverso un’unità operativa nei territori dei Comuni, ovvero intraprendano nuove attività economiche nei suddetti territori comunali; sono regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese; non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo. Le azioni di sostegno economico possono ricomprendere: erogazione di contributi a fondo perduto per spese di gestione; iniziative che agevolino la ristrutturazione, l’ammodernamento, l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le innovazioni tecnologiche indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on line e di vendita a distanza, attraverso l’attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale ovvero l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

LE QUOTE PER I COMUNI.

Nell’elenco dei beneficiari della provincia del Verbano Cusio Ossola pubblicato in Gazzetta Ufficiale troviamo 28 comuni che rientrano nella manovra, la dotazione assegnata per il triennio e la ripartizione del fondo per le tre annualità. I contributi alle imprese saranno assegnate attraverso un bando pubblico, promosso da ciascun singolo Comune o tra Comuni in forma associata.

MASSIOLA: (TOTALE 31.703 €; annualità 2020 13.587 €) – BOGNANCO (TOTALE 33.534 €; annualità 2020 14.372 €) – GERMAGNO (TOTALE  33.594 € ; annualità 2020 14.397 €) – GURRO (TOTALE 33.859 €; annualità 2020 14.511 €) – LOREGLIA (TOTALE 34.864 €; annualità 2020 14.942 €) – AROLA (TOTALE 35.159 € ; annualità 2020 15.068 €) – QUARNA SOPRA (TOTALE 35.425€ ; annualità 2020 15.182 €) – VILLETTE (TOTALE 36.193 € ; annualità 2020 15.511 €) – CEPPO MORELLI (TOTALE 36.754 € ; annualità 2020 15.752 €) – VANZONE CON SAN CARLO (TOTALE 39.265 € ; annualità 2020 16.828 €) – QUARNA SOTTO (TOTALE 39.354 € ; annualità 2020 16.866 €) – MADONNA DEL SASSO (TOTALE 39.945 € ; annualità 2020 17.119 €) – ANZOLA D’OSSOLA (TOTALE 40.004 € ; annualità 2020 17.144 €) – TRAREGO VIGGIONA (TOTALE 40.299 € ; annualità 2020 17.271 €) – ANTRONA SCHIERANCO (TOTALE 40.358 € ; annualità 2020 17.296 €) – FORMAZZA (TOTALE 41.038 € ; annualità 2020 17.588 €) – BANNIO ANZINO (TOTALE 42.101 € ; annualità 2020 18.043 €) – VALLE CANNOBINA (TOTALE 42.308 € ; annualità 2020 18.132 €) – BELGIRATE (TOTALE 42.840 € ; annualità 2020 18.360 €) – MACUGNAGA (TOTALE 43.922 € ; annualità 2020 18.854 €) – PREMIA (TOTALE 44.317 € ; annualità 2020 18.993 €) – CESARA (TOTALE 45.528 € ; annualità 2020 19.512 €) – CALASCA CASTIGLIONE (TOTALE 46.030 € ; annualità 2020 19.727 €) – RE (TOTALE 49.722 € ; annualità 2020 14.206 €) – CRAVEGGIA (TOTALE 50.490 € ; annualità 2020 21.639 €) – NONIO (TOTALE 53.415 € ; annualità 2020 22.892 €) – BACENO (TOTALE 54.478 € ; annualità 2020 23.348 €) – VALSTRONA (TOTALE 63.902 € ; annualità 2020 27.386 €) – MALESCO (TOTALE 68.717 € ; annualità 2020 29.450 €).

Il totale dei contributi per i Comuni del Vco ammonta per il 2020 a 545.288 € e per il triennio a 1.272.338 €.

Articoli correlati
Lascia un tuo commento